LNBA: La situazione ad un mese dal via

By
Updated: settembre 3, 2014
Basket: Svizzera - Italia

di Luca Arrigo

Manca circa un mese all’inizio della stagione di LNBA 2014-2015, si comincerà infatti al 4 ottobre con i Lugano Tigers che ospiteranno l’Olympic Friborgo e la SAM Massagno in trasferta a Ginevra. A che punto sono le due formazioni ticinesi? E le loro avversarie? Andiamo a scoprirlo:
Lugano Tigers:

Reduce dall’esaltante vittoria in gara-7 dell’anno scorso, Lugano vuole confermarsi ai vertici del basket svizzero. L’impresa non sarà semplice in quanto quest’estate vari elementi importanti hanno lasciato la formazione bianconera. Stiamo parlando del fortissimo duo americano Abukar-Watson, del top scorer della regular-season Sweetney e del ticinese Westher Molteni (tornato al Monthey). Per compensare queste partenze sono stati acquistati la guardia americana Antonio Ballard (classe 1988), miglior marcatore dell’ultima stagione del campionato canadese NBL, Dallis Joyner (1990), ala grande statunitense di buone credenziali, il ritorno di Slavica Pantic dopo due anni a Massagno ed infine l’acquisto del figlio d’arte Stefan Ivanovic, nell ruolo di ala. Il resto della squadra rimane immutato, con capitan Stockhalper ed i vari Bavcevic, Magnani e compagnia a dare il loro contributo. L’impressione è che comunque Lugano ,pur restando competitivo, abbia perso un po’ di qualità sotto i tabelloni, ma sarà il campo a dare la sentenza definitiva.
SAM Massagno:

Dopo l’ultima deludente stagione, a Massagno si è deciso di cambiare molto. Ben otto giocatori sono partiti (Kendle, Racifer, Taylor, Johnson, Ramseier, Pantic, Rokitsky ed infine Garruti diventato preparatore atletico). L’unico straniero confermato è il playmaker Buss, che ben ha figurato nell’ultima annata. A completare il quartetto di stranieri sono giunti l’ ala Austen Calhoun, il centro Josh Hairston e la guardia Jake Thomas. A questi si aggiungono i promettenti svizzeri Evrard Atcho (presente nelle ultime partite della Nazionale) e Andres Rodriguez, miglior giocatore di LNB l’anno scorso. Confermatissimi i giovani come Grüninger, Andjelkovic, Appavou e Balta, la SAM spera finalmente di poter vivere una stagione da protagonista. Molto dipenderà dal rendimento dei nuovi arrivi e da come coach Gubitosa saprà gestire il gruppo.
Le altre:

L’Olympic di Friborgo, finalista dell’ultimo campionato, ha perso pezzi importanti come Chapman e Draughan, acquistando solo Jaime Smith dal campionato portoghese. Servirà qualcosa in più per essere competitvi quest’anno. Dal canto loro, i Ginevra Lions, hanno mantenuto lo stesso gruppo sostituendo i partenti con giocatori di livello e si candidano ad una stagione da protagonisti. Lo stesso discorso vale per l’Union Neuchâtel, che riparte da dove aveva lasciato (ricordate la semifinale con Friborgo) con l’aggiunta di alcuni nuovi svizzeri (es: Uliwabo) e del ex-Vacallo Kuburovic. Starwings e Monthey hanno invece cambiato molti giocatori delle loro rose, al momento risulta difficile stabilire la loro forza. Infine Boncourt non sembra essere riuscito a migliorare e sembra già destinato ad un ruolo secondario.
4 ottobr 2014, 1° giornata:
Lugano Tigers-Friborgo/ Ginevra Lions- SAM Massagno/ Boncourt-Neuchâtel/ Monthey-Starwings Basel

Nella foto d’apertura di ©Attilia Agosta i presidenti di Lugano e Massagno, Alessandro Cedraschi e Luigi Bruschetti,

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>